L’affitto in Danimarca

Non ci vorranno nuovi arrivati a Copenaghen o Århus per rendersi conto che il mercato degli affitti danesi è incredibilmente complesso, competitivo e completamente pazzo! Ecco perché siamo qui per aiutarti ad orientarti in questa follia. Di seguito sono riportate in generale alcune cose importanti da conoscere in relazione al mercato e alle sistemazioni in affitto qui. 

Budget mensile

Probabilmente sai già che i livelli di affitto in questa città sono alti e la competitività del mercato significa che le cose cambiano molto velocemente. Soprattutto per i livelli di budget più bassi, devi essere pronto ad agire molto rapidamente per garantirti un alloggio adatto alle tue esigenze. Le decisioni a volte devono essere fatte sul posto, seduta stante.

Livelli approssimativi di affitto per Copenaghen:

  • Camera in alloggio condiviso: 5000-7000 corone al mese.
  • Piccolo appartamento: da 10.000 corone al mese + utenze.
  • Appartamento con 2 camere da letto: da 13.000 corone e fino anche a 25.000 corone se la zona è buona e le condizioni dell’appartamento sono ottime.

Oltre agli affitti elevati, i termini di deposito (cauzione) e di affitto prepagato, spesso sorprendono i nuovi arrivati. È richiesto infatti un deposito di 3 mesi come standard e fino a 3 mesi di affitto prepagato può essere richiesto (questo copre gli ultimi mesi di affitto prima del trasloco). L’affitto del primo mese è richiesto anticipatamente anche insieme al deposito e all’affitto prepagato dopo la firma del contratto, quindi per esempio, per un appartamento da 25.000 corone, questo potrebbe comportare un pagamento anticipato di 175.000 corone. 

Punti da notare

In Danimarca le locazioni sono sempre elencate con superficie lorda, a differenza del netto. Per gli appartamenti, le parti delle aree comuni, le scale, l’ascensore e persino i muri, sono inclusi nell’area lorda, quindi lo spazio abitativo effettivo- l’area netta – può essere sostanzialmente più piccolo di quello che ti aspetti.

Il modo danese di descrivere gli appartamenti si riferisce sia alle camere da letto che a tutti i salotti (ad esempio, la camera familiare, la sala da pranzo) proprio come “stanze”. Ciò significa che un appartamento a 2 camere è inteso come appartamento con una camera da letto e un soggiorno (più naturalmente, cucina e bagno). Se avete bisogno di due camere da letto, dovete cercare un appartamento di 3 stanze, tre camere da letto, un appartamento di 4 stanze ecc…

Un appartamento di 1 camera non ha una camera da letto separata ed è anche chiamato studio. Nota: un appartamento di 3 camere potrebbe anche riferirsi a uno che ha un soggiorno, una sala da pranzo e una camera da letto.

Arredato o non arredato

Anche gli appartamenti non ammobiliati in Danimarca dispongono comunque di cucine funzionali con frigorifero (spesso anche freezer), piano cottura e forno. Vengono spesso forniti anche altri elettrodomestici di grandi dimensioni come lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie. Quindi, un appartamento non arredato non è completamente vuoto. È importante essere consapevoli che le tenute non ammobiliate e illimitate nel tempo, devono essere considerate come “rinnovate di recente”. Ciò significa che potrebbe essere richiesto di imbiancare i muri e riparare eventuali danni ai pavimenti, il che può davvero fare aumentare i costi.

I contratti a tempo determinato sono spesso presi in carico ” così come visto”, quindi potrebbero esserci dei difetti già esistenti.

Finché si trova in una condizione simile -con normale usura-, quando lo si libera, non dovranno essere pagati i costi di ristrutturazione.

E le utenze?

L’affitto è spesso elencato escludendo i servizi pubblici (utenze). Tuttavia, il riscaldamento e l’acqua vengono solitamente pagati direttamente al proprietario ogni mese unitamente all’affitto. Viene addebitato un importo fisso (acconto) e quando il proprietario riceve il conto della compagnia erogatrice del servizio, la differenza tra quanto pagato e quanto consumato verrà calcolato e regolato tra proprietario e inquilino. Nella maggior parte dei casi invece, l’elettricità viene pagata direttamente al fornitore dall’inquilino. Questo vale anche per internet. La licenza per i media non è esattamente un’utilità, ma è una tassa che tutti i nuclei familiari sono tenuti a pagare direttamente alla DR (emittente statale), l’unica eccezione a questo pagamento è se non si possiede nessuno dei seguenti dispositivi: Televisione, computer, laptop, tablet o smartphone.

Contratto e deposito (cauzionale)

I contratti di locazione in Danimarca sono (quasi) sempre in danese. Potresti certo farti aiutare da un collega o un amico (fidati) e preparati in materia, oppure rivolgerti a dei professionisti come noi.

Attenzione soprattutto al paragrafo §11, in questa sezione infatti i proprietari possono scrivere qualsiasi termine aggiuntivo e qualche volta proprio qui possono esserci delle “sorprese”:

Non pagare MAI il deposito in contanti! Pretendete sempre di avere un contratto firmato e pagare tramite bonifico bancario in modo che tale operazione possa essere rintracciata.

È comune che l’affitto aumenti in base all’indice dei prezzi netti. Questo è di solito intorno al 2% l’anno. Puoi vedere la panoramica aggiornata dell’indice dei prezzi qui.

Attenzione ai truffatori

A causa dell’estrema pressione all’interno del mercato degli affitti, ci sono molte truffe sui vari portali di abitazioni, sugli annunci sui social e altrove.

Se hai notato una proprietà in affitto che sembra troppo bella per essere vera e a condizioni economiche vantaggiose, probabilmente non esiste!

Allo stesso tempo, se è vero che queste truffe pubblicitarie esistono, e anche vero che c’è pochissima corruzione da veri proprietari e agenti del settore.

Alla Charlie’ s Roof lavoriamo solo con rinomati proprietari e aziende, il che significa che puoi fidarti di noi e con chi lavoriamo.

È particolarmente importante rendersi conto che, a differenza di molti altri paesi, è del tutto normale condurre tutte le attività via e-mail e online, e non è necessario incontrarsi faccia a faccia per stabilire un rapporto di fiducia.

Come essere un buon vicino

Per molte persone che si trasferiscono a Copenaghen potrebbe essere la prima volta che vivono in un condominio o almeno per un lungo periodo. Clicca in questo link dove puoi trovare alcuni consigli su come vivere in un condominio in una capitale Europea e specialmente a Copenaghen, il link è preso dal: Dejlige Days, scritto da Melanie Haynes.